Storia

s 004
La Chiesa e la Canonica

Il primo documento che cita la Parrocchia di San Martino a Cadorago si incontra in quell’incredibile fonte storica , a cui spesso gli storici locali attingono, che sono stati gli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Feliciano Ninguarda (Morbegno 1524-Como 1595) alla fine del 1500.Da questi ci viene confermato che la parrocchia, coi suoi 300 parrocchiani, faceva parte della Pieve di Fino.

 

Chiesa di San Martino – Cadorago

Nel 1773 il vescovo di Como Mugiasca rendeva conto alle autorità civili milanesi della situazione economica delle parrocchie della diocesi, fra cui la nostra; successivamente, negli atti della visita pastorale del Vescovo Andrea Ferrari del 1892 alla Pieve di Fino, si registra la fondazione della confraternita del Santissimo Sacramento e si contano 1850 parrocchiani a Cadorago.

Un’antica lapide posta sulla base esterna dell’abside , documenta la riedificazione della chiesa con le parole ” Erecta sudore pauperum MDCCC”, ovvero costruita col sudore dei poveri.

L’ 11 novembre 1906 (Festa di S.Martino) viene inaugurato l’oratorio maschile San Luigi. Le ragazze avrebbero poi trovato un punto di aggregazione oratoriale presso l’erigendo Asilo S.Maria.

Tre anni dopo, nel 1909,  sempre in occasione della festa patronale, la chiesa inaugura il nuovissimo impianto di illuminazione elettrico.

 

 

La Chiesa vista dall’Oratorio

Nel 1911 nasce la “Confraternita del Rosario” che negli anni successivi si impegnerà alla venerazione della Madonna del Rosario, con processioni imponenti, abbellite da archi floreali lungo le vie del paese. Per partecipare a questa solennità era uso che molti parrocchiani emigrati anche lontano per lavoro, tornassero a Cadorago.

La devozione alla Madonna del Rosario è ancora radicata nella Parrocchia di S.Martino e la celebrazione solenne della Processione è un momento di preghiera comunitaria particolarmente sentito.

Nel 1943 , con decreto del Vescovo Alessandro Macchi, la Parrocchia di San Martino diventa prepositura.

Dal 1984 fa parte del vicariato della Bassa Comasca.

Oggi appartiene al Vicariato di Lomazzo con le parrocchie di Caslino, Bulgorello, Rovellasca, Lomazzo, Manera.

Congiuntamente alla Parrocchia di S.Anna e alla Parrocchia dei SS.Giacomo e Filippo forma l’Unità Pastorale dedicata a S.Maria Madre di Dio.