INCONTRO DEL VESCOVO COI LAICI ATTIVI NELLA NOSTRA COMUNITA’

Nella serata di venerdì 15 aprile presso l’oratorio di Cadorago il Vescovo ha incontrato le commissioni pastorali e i catechisti delle parrocchie di Cadorago, Bulgorello e Caslino. In un dialogo aperto e costruttivo sono stati affrontati i 2001-12-31 23.00.00-5temi che più preoccupano le nostre comunità: dalla diminuzione dei numero dei sacerdoti che nel futuro vedrà il coinvolgimento responsabile di sempre più figure di laici nella gestione delle attività non propriamente deputate ai parroci, alle problematiche giovanili. Mons. Coletti ha sottolineato l’importanza della collaborazione all’interno della comunità pastorale e ha auspicato che l’impegno di uomini e donne , nel rispetto della successione apostolica, possano contribuire alla crescita di una comunità cristiana vivace e propositiva.

Riguardo al coinvolgimento dei giovani e degli adolescenti ha sottolineato che numericamente la popolazione giovanile è molto diminuita rispetto a qualche decennio fa, e che spesso il problema dei giovani va ricercato nei comportamenti degli adulti. Con soddisfazione ha illustrato i progressi del progetto I Sicomori, che vede la partecipazione di un discreto numero di ragazzi. Don Alfredo ha portato un certo ottimismo ricordando che davanti alle proposte riscontra partecipazione giovanile.

A proposito di ottimismo e pessimismo Mons. Vescovo ha suggerito di cancellare dal nostro vocabolario la parola “ormai” sintomo di rassegnazione anticristiana.

Don Angelo ha ricordato l’importanza della meditazione e della preghiera, perché il cristiano deve maturare la propria fede in Cristo affinché la propria disponibilità per la comunità non si esaurisca nello spirito di servizio vissuto sporadicamente ed in superficie, ma sia fondato sulla consapevolezza che la comunità cristiana gli appartenga e se ne senta responsabile.

Importante dunque, come ha ribadito il Vescovo cercare Gesù anche con la lettura quotidiana del Vangelo e la sua meditazione guidata., che come testimoniato da una persona intervenuta, è auspicabile venga svolta con l’accompagnamento di un sacerdote in quella catechesi per gli adulti di cui forse abbiamo tutti un urgente necessità.

Social: